TRA ESTRO E UTOPIA

  TRA ESTRO E UTOPIA Non so se fu Estro o Utopia chi qui mi condusse… Salpai una sera dalle sponde del web e quivi approdai in silenzio, a questa comunità virtuale, senza volti, ma profondi nell’anima i sentimenti… Tra estro e utopia vive la parte più leggera di me. Raffaello Firenze, 27 gennaio 2016

L’ARTE DELLA LANA A FIRENZE

Come molti sicuramente sapranno, l’industria della lana fu, assieme a quella della seta, del commercio e delle banche uno dei fattori-chiave che consentì l’enorme sviluppo della città di Firenze nel tardo medioevo. E’ stato calcolato che all’inizio del 1300 ben 30mila fiorentini fossero impiegati in questo particolare settore industriale. Considerando che Firenze poteva all’epoca vantare la sbalorditiva cifra di 120mila … Continua a leggere

IN LAUDE DI FLORENTIA

IN LAUDE DI FLORENTIA D’etruschi et romani vetusti ancor le ossa generorno in Pippo somma intelligenza: et dipoi Donato et Masaccio la discendenza creorno la fama che la città indossa. Invero no so come nomar la si possa Madonna Fortuna capricciosa in Fiorenza: le muse dissero ” è la nostra rinascenza” et altri volsero di poi a declamar la glossa… … Continua a leggere

FIRENZE, UNA FAVOLA DIFFICILMENTE RIPETIBILE

Se fosse possibile attribuire a una città la denominazione di Capitale Mondiale della Cultura, nessuna città al mondo, forse, avrebbe titoli maggiori di Roma per fregiarsene. Sin dall’antichità Roma si adornò delle spoglie provenienti dai bottini di guerra dei popoli a lei sottomessi facendo propria anche l’eredità culturale di quegli stessi popoli, in particolare della civiltà greca, ma anche di … Continua a leggere

BORGO PINTI. PERCHE’?

Sono molte le strade di Firenze il cui nome non inizia con “Via”, bensì con “Borgo”. Basti pensare a Borgognissanti, Borgo San Jacopo, Borgo San Lorenzo…. Borgo è l’antico nome che si usava per denominare un sobborgo, cioè una piccola comunità sorta all’esterno della cerchia muraria di una città e che con la costruzione di nuove mura veniva incluso nella … Continua a leggere

PONTI DI FIRENZE

Quasi tutti i ponti fiorentini hanno storie da raccontare: dai macellai di Ponte Vecchio, alle suore murate del Ponte alle Grazie, al principe orientale del ponte dell’ Indiano… C’è l’oratorio di Santa Maria delle Grazie, ci sono le botteghe orafe, il ricordo dell’alluvione del 4 novembre del 1333, i commerci dei frati Umiliati, c’è da parlare dei Frescobaldi e degli … Continua a leggere

FORZA FIRENZE !!!

Alluvioni, guerre, incendi, epidemie, saccheggi… Nella sua più che bimillenaria storia Firenze ne ha passati tanti di momenti difficili. Adesso questo virus misterioso la sta mettendo nuovamente in ginocchio. Ma Firenze si è sempre rialzata e si rialzerà anche stavolta. Coloro che come me hanno i capelli bianchi ricorderanno senz’altro quei tragici giorni del 4 di Novembre del 1966 quando … Continua a leggere

DUE TORRI, DUE SIMBOLI

Queste due torri che caratterizzano il panorama fiorentino non potrebbero essere più diverse l’una dall’altra. Una è l’emblema del potere politico, l’altra simboleggia il potere religioso. Una è in pietra forte, massiccia e austera, l’altra, coperta di marmi bianchi, verdi e rosa si eleva sui cieli fiorentini con la delicatezza di un ricamo. Entrambe hanno però padri nobili. La prima … Continua a leggere

Firenze e i fiorentini

FIRENZE E I FIORENTINI VISTI DA UN FIORENTINO Io vivo in questa città: una delle più amate del mondo. Vivo in mezzo a questa gente, tra la meno benvoluta in Italia… Certo, i fiorentini sono un po’ avidi, presuntuosi, litigiosi, dotati di un’ironia che sfocia spesso nel sarcasmo, sono spocchiosetti, polemici, orgogliosi, caustici, permalosi… Così era Michelangelo che non esitava … Continua a leggere